Patto di collaborazione con il Parco delle Colline 2017-09-11T21:29:50+00:00

Con il Parco delle Colline è stato siglato, in data 28/08/2017 prot. n. 2, a seguito della Delibera della Giunta Municipale n. 451 del 1 agosto 2017, n.137342 P.G., un Patto di Collaborazione per l’uso dei beni condivisi ai sensi del Regolamento approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 78 del 28/07/2016.

Il Patto, della durata di 8 anni, prevede attività di gestione condivisa di alcune aree site in Valle di Mompiano inserite nel Parco delle Colline e in particolare persegue le seguenti azioni:

  • recupero e mantenimento di una parte del fabbricato presso la ex Polveriera quale punto informativo e di presidio del Parco delle Colline e deposito per attrezzature necessarie alla manutenzione territoriale;
  • realizzazione delle infrastrutture minime a servizio dell’area; della ex Polveriera;
  • cura costante e continuativa della proprietà comunale denominata ArteValle, sita nel bosco comunale a fianco della ex polveriera;
  • gestione condivisa dei boschi della Fondazione a fini sperimentali, funzionali al miglioramento forestale del Parco delle Colline.

Il patto, in attesa della definizione della destinazione della ex polveriera, si pone l’obiettivo di riqualificare e gestire alcune aree al fine di consentirne la fruizione da parte dei cittadini garantendone il presidio e la sicurezza.

A tal scopo la Fondazione si impegna:

  1. A ristrutturare parte del fabbricato della caserma inerente la ex Polveriera Foglio 50 Mappale 29, a destinazione Infopoint del Parco delle Colline e deposito per attrezzature necessarie alla manutenzione territoriale ed in particolare all’area sede di Arte Valle, concordando con il Comune la frequenza della apertura dello stesso al pubblico, previa acquisizione del titolo edilizio necessario;
  2. A realizzare le opere di scavo e di ripristino, nonché le opere edili di infrastrutturazione necessarie alla fornitura di acqua, energia elettrica, e linea telefonica sino alla caserma. Tale infrastrutturazione, che proseguirà, a spese della Fondazione sino all’immobile della stessa (Rifugio in Valle di Mompiano), potrà adempiere anche come punto avanzato di presidio del Parco delle Colline, con finalità antincendio boschivo, avendo previsto nel proprio progetto di infrastrutturazione il posizionamento di 5 idranti per il rifornimento dei mezzi antincendio lungo la strada di accesso al Rifugio;
  3. Mettere a disposizione le proprie proprietà boschive, per compiere attività sperimentali di miglioramento forestale in collaborazione con il Parco delle Colline. Tali attività sperimentali potranno essere realizzate anche attraverso richieste di finanziamento ad Enti e Fondazioni operanti in materia ambientale;

Il Comune si impegna:

  1. A contribuire alla spesa per l’infrastrutturazione portando acqua ed energia elettrica al punto avanzato della ex Caserma prevedendo allo stacco e contatore per le attività di infrastrutturazione dell’immobile della Fondazione (Rifugio in Valle di Mompiano);
  2. A concedere a titolo gratuito in uso per anni 8 rinnovabili, previo accatastamento, parte del fabbricato identificato al Foglio 50 Mappale 29, per la realizzazione dell’Infopoint del Parco delle Colline e quale deposito per attrezzature necessarie alla manutenzione territoriale ed dell’area denominata “ArteValle”. Tale intervento di ristrutturazione dovrà mantenere una destinazione pubblica.
  3. A mettere a disposizione le proprie competenze tecniche a mezzo del Direttore del Parco, per la progettazione e la predisposizione degli interventi condivisi nelle aree boschive di proprietà della Fondazione, in modo da garantirne la coerenza con gli analoghi progetti del Parco e la possibilità che diventi un modello da riproporre anche ad altre proprietà del territorio del Parco.

La terra può produrre beni per le necessità di tutti
ma non per la bramosia di tutti.

M. K.Ghandi